Bologna centro

Qualche settimana fa si è concluso il primo corso CeAt a Bologna centro. Il corso si è tenuto alla Biblioteca delle Donne in via del Piombo e ne è scaturita un’onda di entusiasmo che sarebbe bello sfruttare al meglio.

Ieri sera il gruppo si è riunito per parlare di possibili iniziative future, in particolare un “laboratorio del saper fare”.

Ognuno ha proposto quello che potrebbe insegnare ad altri, in alcuni casi vere e proprie competenze, in altri casi semplici interessi o attitudini che si ha desiderio di divulgare.

Gloria ha espresso l’importanza che ognuno coltivi i propri talenti e ci ha parlato degli incontri di Naturanima.

Francesco si è proposto per un corso sulla Mediazione come procedura di risoluzione delle controversie e uno sulla Comunicazione non violenta o Comunicazione empatica.

Sabrina ha proposto una seduta collettiva di tecniche di Rilassamento a mediazione corporea, una piccola lezione sul Kit di pronto soccorso naturale, una sugli effetti fitoterapici delle piante aromatiche che abbiamo in casa e una su come massaggiare i piedi in modo corretto (anche come automassaggio).

Stefano ci ha detto che si intende di informatica e suona la chitarra e la batteria. C’è stato interesse ad aiuti per l’utilizzo di strumenti informatici utili per la gestione di gruppi e anche alla musica per un’eventuale festa. Stefano ha anche proposto incontri sui libri, in cui ognuno porta un libro che gli è piaciuto e lo presenta agli altri.

Fabio si è definito un “ciappinaro” (in bolognese: una persona che sa fare tanti lavoretti in casa, sbrigandosela da sè) e ha riscosso l’ammirazione di molti, ma si è soprattutto dichiarato disponibile a preparare un pasto completo alla “sarda” (e in molti si sono leccati i baffi).

Julu ha raccontato che sa fare messaggi alle mani e conosce tecniche veloci ma efficaci di massaggi di altro tipo. Ama fare musica, specialmente con la voce (suoni particolari) e vorrebbe proporre esperienze che facilitano le relazioni e ci ha raccontato le ricerche che sta facendo nel mondo riguardo ai vari flussi dell’umanità e alle metodologie alternative esistenti per sfruttare l’energia di fonti naturali rinnovabili.

Lucia si è dichiarata entusiasta di tutte le proposte ascoltate e si è proposta di condividere le sue esperienze di panificazione e di utilizzo della macchina da cucire, anche se dice che in quello è alle prime armi.

Giovanna ha detto che potrebbe insegnare a fare marmellate velocemente, dare i primi rudimenti dell’utilizzo della macchina da cucire (anche lei alle prime armi, ma dice che non è difficile prodursi da sé un Transition Kit), dare qualche dritta sui primi passi per creare un blog e sulla costruzione di una lombrichiera o una compostiera.

Antonella potrebbe insegnare a fare il seitan in casa e lavorare a maglia.

Il ventaglio delle competenze è assolutamente variegato!

Nelle prossime settimane il gruppo si riunirà ancora per organizzare una festa e qualche incontro per mettere in pratica lo scambio di competenze.

Stay tuned!

Annunci

2 Responses to Bologna centro

  1. glaucodona ha detto:

    Mi raccomando… teneteci informati soprattutto per il pasto completo alla “sarda” :-))))

  2. […] gruppo di Bologna Dentro Porta in Transizione, nato dopo questo Corso Ceat, sta lavorando alla sua prima iniziativa. E come prima iniziativa si è pensato ad una […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: