Come è andata “Transizione a Bologna un anno dopo”

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lunedì sera (31 gennaio) ci siamo incontrati al CUBO per festeggiare un anno di Transizione a Bologna e per favorire la nascita di nuovi gruppi e l’inserimento dei nuovi arrivati.

E’ stata una meravigliosa serata animata da persone provenienti da diverse parti di Bologna e dintorni.

– Abbiamo fatto festa, abbiamo mangiato e bevuto insieme,
– ci siamo raccolti intorno alla mappa di Bologna (rappresentata al centro della sala con il nastro adesivo da Giorgio),
– dopo una breve introduzione i gruppi già attivi o in fase di attivazione si sono presentati,
– ci siamo divisi in piccoli gruppi “territoriali” (San Lazzaro-Pianoro, Lame, Budrio-Imola-Granarolo, Imola, Calderara-Tavernelle, Mazzini, Saffi),
– al termine ci siamo ritrovati tutti insieme e un “segretario” per ogni gruppo ha presentato i risultati della discussione.

Abbiamo concluso stappando delle bottiglie di spumante e facendo un brindisi al 1° anno della transizione bolognese, beneaugurante per le iniziative dell’anno appena cominciato.

Ho notato alcune cose che fanno ben sperare per gli sviluppi della “transizione bolognese”.

  • C’è stata una bella partecipazione (circa 50 persone).
  • Molte persone mai viste e tanti giovani … è importante che la transizione cominci a destare interesse
    anche tra i 20enni!
  • Un clima piacevole e una bella energia, favorita anche dall’accoglienza dei “padroni di casa” (Lame in Transizione, Stefano, Mavi) che ringraziamo tantissimo per l’organizzazione.
  • Diversi gruppi si erano appassionati nella discussione ed è stato difficile concludere (buon segno 🙂 ).
  • L’incontro di ieri ha favorito l’inizio ufficiale delle iniziative di almeno 3 gruppi: Calderara-Tavernelle, Mazzini, Imola .
  • C’è la possibilità di un nuovo gruppo in zona Saffi.
  • Lame in Transizione ha avuto un boom di presenze ( 20 persone e molti giovani).

Aspetti su cui c’è ancora da lavorare.

  • Non c’è stata una partecipazione di nuove persone per San Lazzaro e Pianoro (bisogna fare qualcosa per Max che deve sempre andare in trasferta e non trova compagni/e nella sua zona 😉  )
  • In molti gruppi si è discusso animatamente su cosa è preferibile tra teoria e pratica.  Penso che puntare su entrambe sia un punto di forza delle città di transizione, ma non sembra un’idea molto diffusa.
  • Ci sono zone della città e circondario che sono ancora completamente da “transizionare” … ma in fondo è questo il nostro sogno 🙂 , o no?

Questa è una breve sintesi della serata.  Ci sarebbero tante altre cose da dire .  Se volete aggiungere dei commenti a questo post saranno molto preziosi come memoria per le future iniziative.

Un saluto a Cristiano e agli amici di Monteveglio che non hanno potuto partecipare per motivi “influenzali”.

Grazie a tutti gli animatori e a presto.

Annunci

10 Responses to Come è andata “Transizione a Bologna un anno dopo”

  1. […] leggere la descrizione di questa serata sul post di Bologna in Transizione […]

  2. adele ha detto:

    La serata è andata oltre ogni aspettativa: molto partecipata anche dai nuovi arrivati. E’ stato molto utile ascoltare le belle iniziative che alcuni gruppi hanno già avviato, quelle che si ha intenzione di avviare ma anche e soprattutto le difficoltà riscontrate da altri. Grazie davvero a tutti per il contributo che ognuno ha portato!

  3. riccardosabellotti ha detto:

    Io ero presente e confermo che è stata una ottima serata! Lo scopo di poter guardare soddisfatti i vari gruppi che si sono formati in un solo anno è stato pienamente raggiunto :-)! Inoltre si è presentata tanta gente nuova e, come previsto, è stata anche una perfetta occasione per presentare la transizione a chi si avvicinava interessato per la prima volta. Sto già pensando a come sarà la festa del prossimo anno! :-)!

  4. Max ha detto:

    Si è sentita, vista e toccata con mano la “forza” del movimento delle Transition Town: la comunità !

    Grazie a tutti

  5. Stefano ha detto:

    Si, serate come quella di lunedì fanno bene….al cuore!
    L’energia e lo spirito della Transizione erano tangibili, la cosa che mi piace di più della Transizione è il fatto che conosco sempre persone nuove con cui mi sento immediatamente in sintonia.
    Adesso basta con le sviolinate!
    Concordo sul fatto che ci siano aspetti su cui lavorare, ma siamo qui per questo, no?

  6. Lou ha detto:

    Eravate davvero tanti!
    Sono contenta che sia andata bene, restiamo in contatto!

  7. […] Bologna Città di Transizione forse stiamo lavorando duro per il nostro prossimo errore. forse no. « Come è andata “Transizione a Bologna un anno dopo” […]

  8. […] La prima edizione si è svolta il 31 gennaio 2011 ed è stata una bellissima esperienza. […]

  9. […] La prima edizione si è svolta il 31 gennaio 2011 ed è stata una bellissima esperienza. […]

  10. […] A distanza di 1 anno, 31 gennaio 2011, ci fu la replica di questo ritrovo : altra bellissima esperienza. […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: